RIBEIRO. IL CARDINALE TEOLOGO CHE HA PROVATO L’ OMOSESSUALITÀ DI GESÙ

Ritratto di un anziano serio anziano in occhiali da sole_Adriano Leite Ribeiro oggi è un uomo anziano e cagionevole di salute. Ma la sua forza d’animo traspare a dispetto della debolezza fisica. Tutto in lui trasmette l’ indomabile volontà che è propria di coloro che non si fermano ad accettare i dogmi quali verità sacrosante. La tipica volontà degli uomini di scienza. Ma Adriano Ribeiro é un uomo di religione. Esiste qualcosa di più dogmatico e conservatore delle religioni?

Monsignor Ribeiro é nato nel 1938 a Rio de Janeiro,nella favela del Barrio. Ha conosciuto dunque fin dalla più tenera età la miseria e la povertà materiali. Molti, in tali condizioni, cercano un riscatto nell’ illegalità. Monsignor Ribeiro, invece, ha trovato, giovanissimo, la sua strada nella fede.
Entrato in seminario a 12 anni, a 18 viene nominato sacerdote e gli viene affidata una diocesi nella stessa favela in cui é cresciuto.
Per la sua opera di evangelizzazione si è guadagnato la stima delle alte cariche ecclesiastiche, tanto da essere fatto vescovo a soli 29 anni. A 40 anni é già cardinale e viene chiamato a far parte del più eminente collegio teologico della chiesa cattolica. Ribeiro, infatti, parallelamente all’attività pastorale, studia e pubblica di teologia, e le sue pubblicazioni vengono talmente apprezzate dai vertici vaticani che, appunto, riceve l’ incarico di affiancare i più eminenti studiosi del mistero divino.
Ribeiro, ben presto, concentra le sue ricerche sulla figura del Cristo. Con l’ avallo vaticano, mette insieme un team di archeologi, geologi, storici e chimici, la maggior parte dei quali sono laici, se non addirittura atei..

Con la sua squadra si trasferisce in Palestina, dove rimane per ben 17 anni, tutti incentrati sulla volontà di fare quanta più chiarezza possibile sulla vita di Gesù. Fra i tantissimi risultati ottenuti, riesce a dimostrare inconfutabilmente che Gesù non apparteneva alla setta degli esseni, contrariamente a quanto molti storici, anche all’interno della chiesa, andavano affermando. Ed è appunto l’ INCONFUTABILITÀ il segno distintivo dei suoi lavori: Il cardinale Ribeiro non porta tesi, ma verità suffragate da prove,e viene sempre preso molto seriamente sia dalla Chiesa che dalla comunità scientifica. Fino al 2007.
In quell’ anno, Ribeiro presenta al mondo il suo lavoro definitivo sulla vita di Gesù: Tre volumi di 600 pagine che narrano, con dovizia di particolari, la vita di Cristo, dalla nascita sino alla morte. Nella sua opera ritroviamo fatti narrati dai vangeli, ma anche particolari inediti. Per ogni affermazione che fa, presenta fatti, descrive con dovizia il lavoro ed illustra le prove che lo hanno portato alle conclusioni presenti nei volumi. Tra l’altro, seppure faccia ampio riferimento ai miracoli, egli ne dà una spiegazione scientifica o, dove questa non è possibile, si astiene dal dare una lettura. Soprannaturale, limitandosi a riportare i fatti.
Ma la scoperta più sensazionale e rivoluzionaria che egli fa, e che ne causerà la disgrazia,é che GESÙ, il Dio fatto uomo, il fondatore e profeta della più grande, per numero di fedeli, religione dell’umanità, ERA OMOSESSUALE!

Ebbene, il cardinale Ribeiro ha proprio avuto il coraggio di divulgare la straordinaria scoperta dell’omosessualità di Gesù. A sostegno delle sua tesi, ha portato, come sempre ha fatto, prove all’apparenza inattaccabili. Egli ha svolto i suoi studi con la massima serietà; a maggior ragione QUESTO particolare studio che, e Ribeiro ne era e ne è tuttora consapevole, avrebbe potuto cambiare radicalmente la visione e la spiritualità di miliardi di fedeli, e forse avrebbe potuto dare il via ad una nuova era di tolleranza.
AVREBBE POTUTO, ma così non è stato: Gi alti vertici del Vaticano hanno subito messo a tacere Ribeiro ed i suoi collaboratori. A questi ultimi sarebbe stata offerta una fortuna in denaro purché dimenticassero per sempre Ribeiro, le ricerche e le scoperte fatte insieme a lui, e tutto ciò che possano avere visto o sentito di inopportuno. Quanto a Ribeiro, non potendolo corrompere perché troppo addentro al sistema, é stato immediatamente scomunicato ed allontanato da ogni ministero di culto cristiano.
Nel 2013, tra l’altro, uno squilibrato ha tentato di accoltellare a morte l’ ex cardinale , e solo la casualità che ha fatto passare proprio in quel momento un uomo che è intervenuto in difesa dell’anziano teologo, riuscendo a bloccare l’ assalitore, ha evitato il peggio.
Le indagini svolte dalla polizia di Rio hanno appurato che l’ assalitore fosse uno psicopatico recidivo e già noto per episodi di violenza ingiustificata. Nelle sue tasche, però, é stato recuperato denaro contante pari a circa 8000 dollari: Una somma enorme per un uomo che non ha mai lavorato a causa dei suoi disturbi.

Per molte volte Ribeiro é stato sul punto di pubblicare la sua scoperta. In due circostanze é riuscito ad ottenere un contratto di pubblicazione da due importanti e potentissimi editori americani. Ma sempre alla vigilia del lancio del libro, inspiegabilmente,le case editrici hanno stracciato i contratti, preferendo pagare le ingentissime penali, piuttosto che pubblicare quel libro in cui pure avevano investito fiumi di denaro, tempo ed entusiasmo.

Oggi, come abbiamo detto in apertura, Ribeiro é un predicatore laico. Con i soldi ricevuti come penale dagli editori ha costruito un complesso scolastico nella sua favela, il Barrio. Rimane però in lui il rammarico di essere stato il primo uomo a scoprire la più sconvolgente verità di tutti i tempi, e che tuttavia questa verità rimarrà, per chissà quanti anni ancora, occulta ai più.
Noi del BLOG DEL GATTO COL SOMBRERO siamo tuttavia schierati dalla parte della verità, ed è per questo che,nel nostro immensamente piccolo, faremo quanto possibile per divulgare la scoperta di monsignor Ribeiro.

Tengo a precisare che sia io che sto scrivendo questo articolo, che tutta la redazione, abbiamo visto e letto tutte le prove raccolte da Ribeiro a sostegno della sua teoria riguardante l’ omosessualità di Gesù Cristo. Ebbene, alla luce di ciò, siamo assolutamente convinti che GESÙ ERA GAY; monsignor Ribeiro ha svolto un lavoro che non lascia adito al minimo dubbio, ed eravamo pronti a pubblicare il suo lavoro proprio su questo blog. Lo stesso zRibeiro ha tuttavia insistito a che non pubblicassimo la sua opera: Avremmo corso un pericolo troppo grande a cui non ha voluto esporci. Lo ringraziamo commossi di ciò, e gli ricordiamo ancora una volta che, nel momento in cui voglia far conoscere al mondo anche una minima parte della sua scoperta, noi siamo pronti sin da ora a pubblicargliela

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...