LECCE. VIE DEL SESSO. SCAMBIA VIGILESSA PER PROSTITUTA E LE OFFRE DENARO

Recentemente il Sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha emesso un’ ordinanza che, sicuramente, darà un volto nuovo e finalmente rispettabile alle cosiddette vie del sesso, cioè quelle strade e viali intorno alla stazione ferroviaria che, già al primo imbrunire, diventano veri e propri quartieri a luci rosse, dove “lucciole”, trans, viados, vendono qualche minuto di scomodo sesso ad attempati automobilisti.

E’ un problema, quello delle “vie del sesso” a Lecce, che non trova soluzione da anni, malgrado i vari divieti emessi dalle giunte precedenti. Ora si spera che, sanzionando prostitute e clienti con multe minime di 300 euro, il problema si risolva (o, più verosimilmente, si sposti altrove). Per il momento le vecchie abitudini sono dure a morire, e, se da un lato, nel quartiere Ferrovia si continua a mercanteggiare sesso, dall’ altro i vigili urbani sono attivissimi nell’ identificare e multare chi indulge in comportamenti non certamente graditi alle tante famiglie che vivono su quelle strade.

E doveva essere per forza ignaro del giro di vite anti-prostituzione l’ automobilista che, ieri sera, ha tentato di approcciare nientemeno che una vigilessa in servizio contro il meretricio. L’ incauto signore avrà immaginato, probabilmente, di trovarsi di fronte ad una squillo specializzata in giochi di ruolo, dal momento che la divisa da lei indossata, anzicche da deterrente, ha funto da miccia innescante all’ eccitazione ormonale.

L’ agente in quel momento si era allontanata dall’ auto di pattuglia per ispezionare una stradina laterale quando, alle sue spalle, ha sentito una inequivocabile proposta. Superato il comprensibile attimo di stupore, la donna ha chiesto i documenti dell’ automobilista. Ma ciò è servito solo a far surriscaldare ulteriormente i bassi istinti dell’ uomo che, stando al verbale, si sarebbe messo addirittura a ridere ed avrebbe ripetuto con maggiore insistenza l’ invito, sventolando addirittura in faccia dell’ alibita vigilessa due banconote da 50 euro.

Per fortuna i colleghi dell’ agente non hanno mai perso di vista la donna e, resisi conto di quanto accadeva, sono subito intervenuti in soccorso della collega. A quel punto, l’ aspirante dongiovanni da strapazzo, G.L., 56 anni, di Soleto, deve essersi reso conto della colossale gaffe ed, imbarazzatissimo, ha cominciato a profondersi in scuse. Ma i pubblici ufficiali sono stati irremovibili: multa da 300 euro, decurtazione di 10 punti sulla patente per guida pericolosa e pure una denuncia per molestie sessuali che la vigilessa ha già preannunciato di voler presentare. Siamo pronti a scommettere che lo sfortunato automobilista, da ora in poi, si accontenterà della moglie?
224027_452994288109512_2007104533_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...