LO SGUARDO SOGNANTE CHE HANNO LE CASALINGHE GUARDANDO I MURATORI

969837_472576509484623_220660295_n

Minchia ! Guarda quanti peli sul culo ! e senti come bestemmia ! chissà quanti santi schioda mentre sborra !

Annunci

DAL 9 GIUGNO AL 21 LUGLIO 2012

  1. 90 persone hanno visto questo post
  2. Ma ORCODDIO È IL MASCHILE DI ORCHIDEA?
    112 persone hanno visto questo post
  3. 124 persone hanno visto questo post
  4. Er blog der gatto col sombrero è stato er blog più seguito sulla piattaforma WORDPRESS per quasi tre giorni consecutivi, con 1346 lettori nella sola giornata di ieri, collagamenti da più di venti nazioni e decine de nuovi FOLLOWERS. Purtroppo, nun posso festeggia’, poichè er successo de questi giorni è dovuto ad un articolo che parlava de un mio amico morto in circostanze tragiche. Avrei preferito continua’ colla media de 40 lettori ar giorno e continuare a vede’ er mio amico ar bar. Ma scrivo la presente pe’ vostra conoscenza.
    https://gattocolsombrero.wordpress.com/
    90 persone hanno visto questo post
  5. DIO ESISTE, MA NON HA COSCIENZA NE’ MORALITA’ UMANE. NON SI OFFENDE E NON TI PUNISCE SE LO CHIAMI “PORCO”. NON TI PREMIA SE GLI DICI CHE E’ GRANDE. PRIMA CAPIRETE QUESTO, E PRIMA…..NUN CAMBIA UN CAZZO LO STESSO!

ANTONIO CONTE TRUFFATO DA FALSO AGENTE VIAGGI

Da sempre, si sa, gli italiani sono fra i popoli più fantasiosi, quando si tratta di escogitare nuove truffe. Tale “qualità” è stata esaltata dal cinema sia nazionale (vedasi TOTO’ E I FALSARI, con l’ indimenticabile scena in cui il comico vende la Fontana di Trevi) che d’ oltremanica (THE ITALIAN JOB) sino alle innumerevoli pellicole di Holliwood sullo stereotipo dell’ italiano mariuolo e truffaldino.

Purtroppo, in tempi di crisi come questi, sembra che l’ ingegno nell’ arte della truffa si stia risvegliando fra i nostri connazionali, che, per diversi decenni, hanno lasciato questo non certo invidiabile primato a rumeni, albanesi ed apolidi.
Uno dei settori maggiormente appetiti dai novelli signori della truffa, è senz’ altro quello delle vacanze, dove, proprio in questo periodo, si combinano i migliori affari, legali, ma anche non. E se sempre più spesso sentiamo di gente comune che, dopo aver lavorato e risparmiato 11 mesi l’ anno per godersi l’ agognata settimana al mare, cade nella rete di false agenzie di viaggio che offrono case-vacanza in affitto, per poi scoprire, troppo tardi, che in realtà quella casa non è stata mai messa resa disponibile dai legittimi proprietari, a volte può succedere che anche clienti più facoltosi e noti al grande pubblico, cadano nella rete di questi malandrini. Ed in questi casi, al danno si aggiunge anche la beffa del venire gabbati su una località turistica che, nella realtà, è tutt’ altra cosa.

E’ il caso del tecnico della Juventus, Antonio Conte, che, in cerca di un posto dove rilassarsi la vigilia ed il giorno di ferragosto, è incappato in un sito internet, che offriva una due-giorni da sogno fra montagne incontaminate, a pochi passi dalla sede del ritiro juventino, nelle Dolomiti. Il sito offriva un soggiorno di due giorni in hotel 4stelle, con spa, piscina e tutti i confort, fra le dolomiti austriache, niente popòdimeno che fra i monti dell’ Apparato del Golgi !!
Peccato però che nella realtà, l’ Apparato del Golgi sia invece una struttura interna delle cellule organiche. Certamente Conte, più avvezzo alle teorie tecnico-tattiche calcistiche che non agli studi scientifici, ignorava questo particolare, dal momento che non si è nemmeno insospettito una volta che, contattato telefonicamente il finto operatore turistico, quest’ ultimo gli dava le indicazioni per raggiungere l’ agognata meta turistica: “valicato il Passo del Brennero, proseguire per 53 kilometri, fino allo svincolo per le Tube di Fallopio, e proseguire altri 30 kilometri fino all’ arrivo a Ravensburgen,cittadina nel cuore dell’ apparato montuoso del Golgi, sede dell’ hotel in cui Conte e signora avrebbero dovuto alloggiare.

Raggiunto telefonicamente da noi, Antonio Conte ci ha concesso una breve, quanto amareggiate dichiarazione:

“All’ inizio non avevo per niente immaginato potesse trattarsi di una truffa, tanto il falso pacchetto-vacanza era stato ben macchinato. Solo dopo aver rivelato a Vucinic la destinazione della mia breve vacanza, e questi mi abbia detto che lui ricordava che l’ Apparato del Golgi si trovasse in Serbia, e non in Austria, ho avuto dei piccoli dubbi, ma che ho scartata subito, ben conoscendo l’ ignoranza in geografia di Mirco (Vucinic, n.d.r.). Che altro dire? Alla fine, comunque, abbiamo trovato una baita in montagna, e ci siamo arrangiati a panini e porchetta. Auguro solo a chi ha macchinato questa truffa nei miei confronti, di spendere i soldi che gli ho dato in medicine”

Dal canto nostro, auguriamo al tecnico juventino di dimenticare quanto prima questa brutta avventura, e raccomandiamo a quanti si stessero preparando per andare in vacanza, di diffidare da offerte troppo vantaggiose e, nel dubbio, rivolgersi comunque ad una agenzia di viaggi reale, e non virtuale.
Buone ferie !

CIAO STUPENDA….MI AGGIUNGI

Scrivi un commento…

Post in LA PRIMA PAGINA FB: DALLE ORIGINI AL PRIMO BAN su er blog der gatto col sombrero

gattocolsombrero.wordpress.com

Posts about LA PRIMA PAGINA FB: DALLE ORIGINI AL PRIMO BAN written by gattocolsombrero